lunedì 8 aprile 2013

Corsa e Costo Energetico


Uno studio pubblicato sulle riviste americane “Medicine & Science” e “Sports & Exercise”, eseguito da ricercatori dell'Università del Colorado, ha dimostrato che, nonostante le pretese degli appassionati di corsa a piedi nudi, la corsa con un paio di scarpe è più “economica” che la corsa senza scarpe .

Dodici corridori maschi hanno partecipato all'esperimento ideato da questi ricercatori . Tutti quanti erano esperti corridori a piedi nudi con appoggio mediale. Questi soggetti hanno corso ad un ritmo fisso di circa otto minuti al miglio su un tapis roulant in condizioni diverse: a piedi nudi (in realtà, indossando calze molto sottili, per motivi igienici), indossa scarpe super-leggere (5,3 once) , e con varie quantità di peso zavorra attaccati ai loro piedi nudi o con le scarpe.
Durante l'attività è stata misurata la quantità di ossigeno consumata per determinare il costo energetico di ogni esercizio.

È così emerso che il costo energetico della corsa con e senza scarpe era più o meno lo stesso. Ma quando una quantità di peso uguale a quello di un cappello da corsa era applicato ai loro piedi nudi, i corridori spendevano un quantitativo di energia di un 4% superiore a quelli che correvano con le scarpe.

"Questi risultati ci ha fatto pensare", spiega Rodger Kram, autore principale dello studio. "Se con le scarpe leggere si ha lo stesso costo dell'energia come quando si corre a piedi nudi, allora ci deve essere qualcosa di buono, nell'uso di tali scarpe, che sta contrastando l'effetto negativo della loro massa. Abbiamo il sospetto che probabilmente questo fattore compensativo sia la capacità ammortizzante delle scarpe. "

Per verificare questa ipotesi, Kram ed i suoi colleghi hanno progettato un esperimento in cui i soggetti correvano a piedi nudi su una pedana mobile imbottita. Questi corridori usato un quantitativo di energia 1,7% in meno su un tapis roulant il cui nastro trasportatore è stato imbottito con 10mm dello stesso tipo di schiuma che è contenuta in scarpe da corsa, rispetto a quando hanno corso su un nastro non imbottito..

Secondo Kram, che recentemente ha presentato le sue conclusioni in una riunione della American Society of Biomechanics, la lezione da portare a casa è che, per ottenere un massimo di prestazioni durante la corsa, non solo correre con le scarpe è meglio che correre senza scarpe, ma le scarpe con un po di capacità ammortizzante sono meglio di scarpe minimaliste, nonostante abbiamo un peso maggiore. "Se state cercando di salvare secondi", dice, "più leggero non è sempre meglio."

Nessun commento:

Posta un commento

Posta un commento